Pietro Rao ringrazia Giacomo Di Santo, istruttore di nuoto FINP: “In Consiglio faremo opposizione dura e costruttiva”

Pietro Rao ringrazia Giacomo Di Santo, istruttore di nuoto FINP: “In Consiglio faremo opposizione dura e costruttiva”

Giacomo Di Santo, istruttore di nuoto FINP (Federazione Italiana Nuoto Paraolimpico) ha ringraziato Pietro Rao con le seguenti parole. “Ho apprezzato molto l’interesse che ha mostrato Pietro Rao a conoscermi, mi sento di ringraziarlo perché è stato l’unico candidato a sindaco a voler vedere il nostro lavoro – dice Di Santo – Io sono un istruttore di nuoto FINP (Federazione Italiana Nuoto Paraolimpico), lavoro a Palermo alla piscina comunale e a Partinico alla “Polisportiva Principe”, faccio parte dello staff MO. CRI. NI. Linus, ci occupiamo di riabilitazione e avviamento allo sport di ragazzi, bambini e adulti diversamente abili. Spero – termina Di Santo – che nonostante i risultati ottenuti alle elezioni potremmo comunque portare avanti i progetti prefissati, e principalmente riuscire a dedicarci alle fasce più deboli”.

Immediata la risposta di Pietro Rao che ringrazia pubblicamente Di Santo. “Nelle settimane scorse ho avuto il piacere di conoscere Di Santo – dice Rao – voglio ringraziarlo di cuore per le belle parole avute per me, ma soprattutto per il prezioso lavoro che svolge. Siamo stati sconfitti in campagna elettorale – prosegue l’ex deputato nazionale – ma assicuro a Di Santo e a tutti i partinicesi che questa non è la fine del nostro progetto, bensì è semplicemente l’inizio perché noi abbiamo le idee chiare e da adesso il nostro obiettivo è quello di puntare a un’opposizione dura e al tempo stesso costruttiva, saremo sempre vigili e soprattutto saremo sempre dalla parte delle persone più deboli, inoltre, porteremo avanti in Consiglio le nostre idee”.

Il “Grazie” di Pietro Rao ai cittadini: “Unione per cambiare la città, sia il nuovo sindaco libero da condizionamenti”

Il “Grazie” di Pietro Rao ai cittadini: “Unione per cambiare la città, sia il nuovo sindaco libero da condizionamenti”

Cari Partinicesi,

è giunto il momento di dirvi “grazie” per tutte le emozioni vissute in questo mese intenso dove ho assaporato e per certi versi riscoperto l’anima vera di Partinico.

C’è chi, all’interno di un contesto elettorale, si ferma ad analizzare i numeri e traccia, dalla loro freddezza, un risultato: una prassi che non mi appartiene. Malgrado le tante battaglie, riesco ancora ad emozionarmi nel pensare agli incontri, alle parole dibattute fino a notte tarda, alle ambizioni di libertà, cambiamento e rinascita che questa città ha voluto condividere con noi.

Non è più il momento degli scontri o delle polemiche, al netto delle emozioni dell’istante sarà il tempo ad indossare le vesti di giudice, permettendo alla gente di avere una storia di cui potersi fidare, un sentiero fatto di certezze capace di offrire consapevolezza. E’ per questo che voglio portare un messaggio di distensione al nuovo Sindaco Maurizio De Luca a cui auguro buon lavoro e tanta forza d’animo, elemento imprescindibile per chi deve essere la guida di una città che aspetta di scrivere il suo “anno zero”.

Saranno tanti i sogni e le aspettative a cui il nuovo primo cittadino dovrà offrire risposta, ma saranno tanti anche i problemi concreti con cui ci si dovrà rapportare, dunque il mio augurio è quello di essere libero, indipendente da qualsiasi condizionamento della compagine politica con cui è stato eletto, sarà un’ardua sfida, non neghiamolo, sarà forse la battaglia più ardua che Maurizio De Luca dovrà sostenere non nei prossimi anni ma già dai mesi a venire.

Se potessi scenderei in strada a ringraziarvi uno per uno, nessuno escluso, il nostro risultato va ben oltre quel 35% sancito dalle urne, emozione, passione, impegno e lotta non conoscono percentuali, sono immagini così alte, sfumature così impercettibili che fanno a meno dei numeri. Dunque è questo il momento dell’unione, l’impegno è quello di provare a sovvertire la logica fino ad ora imposta, di combattere le contraddizioni del tutto partinicesi che vogliono una politica lontana dai cittadini, di impreziosire quelle che saranno le scelte della nuova amministrazione assolvendo sempre al nostro compito di controllori e di garanti – attraverso l’impegno che mai verrà meno in Consiglio Comunale – della legalità all’interno del Palazzo Comunale.

L’auspicio è quello di poter davvero vivere una nuova alba, poco importa se il filtro sarà quello delle idee di altri uomini, noi non ci sottrarremo certo a ciò che è giusto per Partinico e la sua gente, rappresenteremo il fronte dei cittadini onesti che a gran voce hanno chiesto riscatto, decoro, salute, lavoro, saremo la voce di quei partinicesi di cui la politica tornerà a disinteressarsi, violeremo – se sarà necessario – ogni forma di impalcatura verbale se cio’ che oggi è proposto come “il nuovo” inizierà ad assumere i contorni di ciò che in questa città è stato visto mille volte.

Non spetta a me la parola definitiva su ciò che saranno i prossimi anni a Partinico, spero tuttavia che non siano “anni di notte” in cui la città sarà  preda delle fauci dei lupi. Serve nuovo impegno, servono nuove intelligenze e nuovi slanci, serve spingere la notte più in là e recuperare la fiducia della gente, guai a tradire chi ha riposto la propria voglia di riscatto nelle nostre idee.

Ricordi la nuova classe dirigente che solo il Popolo è l’unico sovrano di questa città.

Viva Partinico e Viva i Partinicesi

Comunicato Stampa Piero Rao

“Partinico riparte dal Centro”, una manifestazione che da lustro all’impegno ed alla voglia di rinascere dei partinicesi

“Partinico riparte dal Centro”, una manifestazione che da lustro all’impegno ed alla voglia di rinascere dei partinicesi

Ieri a Partinico si è svolta “Partinico Riparte dal Centro”, manifestazione organizzata dal candidato sindaco in collaborazione con alcune associazioni partinicesi. La manifestazione ha riscosso una grande affluenza di gente, che nell’occasione ha trascorso una piacevole serata all’insegna dell’allegria e della spensieratezza.

“Innanzitutto voglio ringraziare le associazioni che hanno permesso la realizzazione dell’evento, e ringrazio i tanti partinicesi che nell’occasione hanno partecipato – dice Rao – Riassaporare la vita nel centro storico di #Partinico, animosità, gioia, voglia di ripartire, uniti. Il successo di ieri è la vittoria della gente tenace e forte di questa città che non si è arresa a chi ha gufato fino all’ultimo affinché tutto sfumasse.

Siamo consapevoli che è solo un piccolo gesto e che i problemi che ci attendono sono ben altri, ma che tutto ciò possa restare come un valore aggiunto in grado di ricordare come l’impegno e l’unione della gente possa ridare lustro ad una città in ginocchio. Di una bellezza infinita quei bambini con gli occhi scintillanti di gioia tra le braccia dei genitori, comunque vada, qualunque possa essere il brusio dei detrattori che ha vinto Partinico”.

La manifestazione si è aperta con la sfilata della banda musicale dell’Associazione Arturo Toscanini e delle Majorette “Le Perle” dell’Associazione Culturale A. Toscanini. In Piazza Duomo c’è stata l’esibizione del gruppo Sicily Dixieland Street Parade, e il concerto musicale con Alfredo Patexano & Co. Ad arricchire la serata una “Piazza che Balla”, con Balli di Liscio diretti dal Maestro Gaglio.

Partinico riparte dal centro grazie all’impegno di tutti

Partinico riparte dal centro grazie all’impegno di tutti

Pietro Rao e le liste “Legati a Rao – Salviamo Partinico” e “Alleanza dei Siciliani” invitano la cittadinanza a partecipare all’evento “Partinico riparte dal centro”. La manifestazione che si svolgerà domani pomeriggio dalle ore 16.00 è un segnale molto forte che il candidato sindaco Pietro Rao intende trasmettere ai suoi concittadini. Il messaggio di Rao è chiaro: “I cittadini partinicesi devono riprendersi la città”. L’obiettivo è di unire la comunità partinicese e portarla agli albori di un tempo quando il famosissimo Corso dei Mille era un luogo ricco di allegria e colori, in poche parole un luogo in cui la gente si recava al “Cassaro” per una passeggiata spensierata e gioiosa. Oggigiorno il Corso dei Mille, che comprende anche la storica fontana degli “Otto-Cannoli”, uno dei simboli di Partinico, è allo stato di abbandono e degrado. “Pensiamo alla gente a cui certa politica non da voce, noi siamo un’altra cosa e lo dimostriamo per le strade e non al chiuso delle case – dice Rao – E’ il momento che i partinicesi devono riprendersi la città con amore e passione appoggiati da chi intende di fare una politica per il popolo e non per i propri amici”. La manifestazione prenderà il via alle ore 14.30, presso il centro storico, dove nell’occasione si svolgeranno gli interventi di pulizia straordinaria condotti dai cittadini, associazioni, commercianti, che saranno uniti per il bene della città di Partinico. Dalle ore 16.00 inizieranno una serie di eventi come l’esposizione delle auto d’epoca lungo il Corso dei Mille. Alle ore 18.30 dalla sede del comitato elettorale del candidato Pietro Rao, in Corso dei Mille n° 37 (vicinanze del monumento dei caduti) si svolgerà la sfilata della banda musicale dell’Associazione Arturo Toscanini e delle Majorette “Le Perle” dell’Associazione Culturale A. Toscanini. Alle 19.00 ci sarà l’esibizione del gruppo Sicily Dixieland Street Parade, mentre alle ore 20.30 in Piazza Duomo ci sarà lo spettacolo in Piazza con Alfredo Patexano & Co. Alle ore 21, in Piazza Garibaldi una “Piazza che Balla”, dove si potranno fare dei Balli di Liscio diretti dal Maestro Gaglio. Durante la manifestazione interverrà il candidato sindaco Pietro Rao.

Partinico verso il Ballottaggio, Pietro Rao: “Ecco come cambieremo questa città”

Partinico verso il Ballottaggio, Pietro Rao: “Ecco come cambieremo questa città”

Il candidato a Sindaco Pietro Rao parla degli interventi immediati per risollevare una città in decadenza, un tempo fiore all’occhiello della provincia.

Quello del 24 Giugno a Partinico è senza dubbio un giorno importante per il futuro di tutta la città, Pietro Rao, ex Deputato della Repubblica, concorre alla poltrona più ambita ed allo stesso tempo più temuta del palazzo comunale e lo sta fa raccogliendo consensi su consensi all’interno dell’elettorato partinicese, sempre più irritato dalle fragili promesse ed attento a quella che è la concretezza delle soluzioni espresse dai due candidati che si contendono la vittoria.
Rao, figlio della classe operaia partinicese, non dimentica le sue radici e rivolge la sua politica alla gente a cui la politica cittadina non ha quasi mai dato ne spazio ne voce: «Sono stato nei quartieri di Partinico che gli altri definiscono problematici, io di problemi si, ne ho visti parecchi, tuttavia non ho visto gente problematica, anzi! C’era passione e c’erano ambizioni nelle loro parole, ho rivisto i miei anni da ragazzino quando spesso si doveva spaccare un soldo in quattro, ma non si perdeva mai il sorriso e la speranza di un cambiamento.»
Ed il cambiamento, quello dalla base che sottende condivisione e cooperazione, Rao sembra davvero intenzionato a portarlo a Partinico, oltre tutto e tutti: «Sono perplesso nel vedere che una certa politica interloquisce solo con i ceti medio-alti di questa città, è qualcosa che non posso accettare! Siamo cittadini di Partinico senza distinzioni, dal professore all’ambulante ciascuno di noi è politica ed al contempo economia di questa città, fino ad ora ho voluto portare il mio messaggio ai partinicesi che non trovano mai spazio all’interno di quel maledetto “cerchio magico” che si crea attorno ad un nuovo Sindaco, trovo deplorevole questa realtà delle cose. Sto lottando perchè pretendo una Partinico senza distinzioni, all’altezza delle grandi sfide che ci attendono per rilanciare la città su scala provinciale prima e regionale poi.»
A circa una settimana dal ballottaggio, Pietro Rao continua la sua azione civica ed il suo impegno civile a fianco della gente e si afferma – al ritmo di “Riprendiamoci il piacere di essere partinicesi” – come uomo forte ed autentica guida per il rilancio della città di Partinico.

Lettera del candidato a sindaco Pietro Rao

Lettera del candidato a sindaco Pietro Rao

Impiegare più di un’ora per percorrere la strada che dalla Farmacia porta al Comitato elettorale, ascoltare le vostre parole, scorgere dietro i vostri timidi sguardi le paure e le speranze per una Partinico migliore, sentire i tanti “Forza Pietro!” spesso seguiti da un rimprovero carico di responsabilità, sono solo alcune delle sfumature più belle e profonde che sto vivendo.
Stamane la frase di un amico ha saputo toccare le mie più intime corde: “Ah Piè, ci conosciamo da sempre, mi raccomando, riportiamo Partinico ad essere fiera ed orgogliosa di sé stessa”: cosi ha esordito , stringendomi forte le mani come a voler trasmettermi – senza rendersene conto – tutti i timori e le aspettative per il futuro incerto di questa città. Mi sono fermato poco dopo quell’incontro, riflettendo sulla necessità di condurre questo territorio verso un nuovo tempo, una nuova dimensione; mi sono soffermato davanti la nostra meravigliosa fontana di Piazza Duomo costretta a vivere nell incuria più totale: tutt’intorno indifferenza, un’abitudine ad accontentarsi che i partinicesi, purtroppo, hanno fatto propria. Ho scorto la desolazione di una città e la tristezza dei suoi figli nella noncuranza delle strade, nello squallore del centro storico, nell` inestenza di un decoro urbano, nell` incapacità di dare uno spazio ricreativo ai più piccoli e di donarne uno agli anziani ,questi ultimi costretti a sostare sulle panchine di fortuna , esposti alle intemperie dell` inverno e al caldo afoso dell estate, per scambiare quattro chiacchiere con gli amici.
C’è chi vuole un ritorno alla normalità: questa è – evidentemente – la vetta più alta che pensano di poter raggiungere amministrando Partinico. IO non sono come loro! VOGLIO E PRETENDO una città responsabile, virtuosa, resiliente, che riparta dal centro. Una città all` ALTEZZA DEI SOGNI CHE HO. Qualcuno penserà che la faciloneria delle parole ceda il passo ai problemi reali di un paese che ha smarrito ogni piacere ed entusiasmo. Ne sono consapevole e sono, altrettanto, consapevole che non sarà una passeggiata; che ci sarà da remare controvento, MA CHE NE VARRÀ LA PENA!
Ho già deciso di devolvere l’intera indennità di sindaco ad un fondo di aiuto per le fasce più deboli perché NON C È FINALITÀ ALCUNA dietro il mio impegno ,se non quella di ridare lustro a questo paese ormai da tempo martoriato, deriso, vessato, tormentato. Sacrificherò molto di ciò che mi appartiene: famiglia, amici, tempo libero, e forse anche la serenità, ma fa tutto parte di un “qualcosa” che sento IL DOVERE DI restituire a questa città.
Per quello che mi hai dato, Partinico mia, per quello che hai negato in questi anni ai nostri figli, per quello che hai dato agli occhi di mio Padre e di mia Madre, ti donerò ogni piccola attenzione, conducendoti per mano RAGGIANTE davanti alla bellezza del mare e delle montagne che ti cullano ai fianchi e non potrò che essere felice di servirti, come il più umile dei tuoi figli, con la gente ,tra la gente e per la gente.
Pietro Rao

Pietro Rao incontrerà domani pomeriggio i giovani partinicesi

Pietro Rao incontrerà domani pomeriggio i giovani partinicesi

Il candidato sindaco Pietro Rao sostenuto dalle liste “LegaTi a Rao – Salviamo Partinico” e “Alleanza dei Siciliani” domani pomeriggio, alle ore 16.30, presso la sede elettorale, sita in Corso dei Mille n°37 (vicinanza monumento), terrà un incontro con i giovani partinicesi. Quello di domani sarà il primo dei due incontri previsti, infatti, il prossimo incontro si svolgerà martedì 19 Giugno alle ore 16.30, presso la sede elettorale. L’ex deputato nazionale nell’occasione dei due incontri ascolterà le idee e le opinioni dei giovani partinicesi e saranno anche trattati i vari punti del programma, in particolare la realizzazione della “Cittadella dei Giovani”.

“A Partinico in tanti parlano di giovani, ma fino ad ora nessuno ha fatto niente per loro – dice Pietro Rao – le parole non bastano, occorrono i fatti e noi portiamo idee concrete come quella della “Cittadella dei Giovani”, che faremo nascere nella zona dell’ex Enopolio”. “La “Cittadella dei Giovani” rappresenterà un luogo che può consentire di svolgere numerose attività – termina Rao – si organizzeranno concerti, incontri, fiere e attività all’aperto, un vero laboratorio giovanile in mano ai nostri ragazzi al fine di formare i cittadini del futuro”.

 

 

 

Il candidato sindaco Pietro Rao va al ballottaggio del prossimo 24 Giugno

Il candidato sindaco Pietro Rao va al ballottaggio del prossimo 24 Giugno

Il candidato sindaco Pietro Rao sostenuto dalle liste “LegaTi a Rao – Salviamo Partinico” e “Alleanza dei Siciliani” al primo turno della campagna elettorale, ha ottenuto un’importante secondo posto che gli permette di andare al ballottaggio del prossimo 24 Giugno.

Un Pietro Rao stanco ma carico di entusiasmo quello che commenta i risultati del voto partinicese di domenica scorsa e che lo hanno visto protagonista in positivo con l’accesso al ballottaggio del prossimo 24 Giugno dove l’ex deputato dovrà vedersela con il candidato del centro-destra Maurizio De Luca.

«Quello di oggi è un grande traguardo – commenta Rao – voglio dire alla mia gente che Partinico avrà un Sindaco che farà della condivisione e del Coinvolgimento Popolare la sua Forza. Abbiamo posto fine agli anni bui in cui in questa città a dettare legge era il primo cittadino con il suo stretto cerchio di amici.»

Per il candidato Rao anche la soddisfazione di registrare il doppio exploit delle liste che ne sostengono la candidatura, Partinico – dunque – ha dato dimostrazione di credere nel progetto politico di risanamento e rilancio economico di Pietro Rao: «Darò ai partinicesi tutto l’amore, la forza ed il sostegno che loro mi hanno dato in queste settimane – continua il Rao – definisco questo risultato una vittoria per i cittadini di Partinico che hanno scelto di cambiare ed hanno scelto un Sindaco del Popolo, un candidato che ha parlato alla gente!»

L’ex deputato nazionale – infine – rivolge i suoi complimenti agli altri candidati: «Voglio complimentarmi con gli altri candidati per risultati usciti dalle urne, indistintamente Motisi, Costanzo e Nicolosi hanno fatto bene e non voglio dimenticare Aiello, Nobile e Porcasi, protagonisti di un confronto leale e schietto».

Pietro Rao visita il Mercato Ortofrutticolo: “Inciteremo il rilancio del Mercato Ortofrutticolo di Partinico”

Pietro Rao visita il Mercato Ortofrutticolo: “Inciteremo il rilancio del Mercato Ortofrutticolo di Partinico”

Ieri pomeriggio, il candidato sindaco Pietro Rao ha visitato il mercato ortofrutticolo di Partinico. “Ho trovato una situazione a dir poco critica – ha detto l’ex deputato nazionale – Il mio impegno è quello di costituire subito un fondo dove far confluire gli incassi derivati dal Mercato al fine di vincolarne la spesa per interventi di ripristino e potenziamento”.

“E’ una grande responsabilità della politica cittadina – termina l’ex deputato nazionale – porre attenzione alle necessità delle categorie produttive, incentivare il rilancio dei Mercato Ortofrutticolo di Partinico significa riportare migliaia di contadini del territorio a ripopolare l’area di vendita, dando un grandissimo input all’economia della nostra città”.

Pietro Rao rinuncia all’indennità di Sindaco: “Sarà devoluta ad un fondo di aiuto per famiglie e fasce deboli”

Pietro Rao rinuncia all’indennità di Sindaco: “Sarà devoluta ad un fondo di aiuto per famiglie e fasce deboli”

Il candidato a Sindaco di Partinico Pietro Rao parla di aiuti alle categorie svantaggiate della cittadina, lo fa attraverso un’intervista in cui evidenza la scelta di aver rinunciato alla sua indennità di Sindaco qualora venga eletto primo cittadino di Partinico.

Rao parla dell’attenzione concreta che la sua amministrazione intende rivolgere alle fasce deboli ed alle famiglie: «Il mio impegno per le fasce deboli e le famiglie di Partinico sarà all’insegna delle azioni concrete. – afferma l’ex Deputato –  Di certo non sarà la rinuncia alla mia indennità di Sindaco a risolvere il problema delle categorie più fragili di questa città, ma vuol esser un segnale forte, deciso, volto a far riavvicinare la gente alla Casa Comunale ed alle sue istituzioni di rappresentanza.

Una politica all’insegna della concretezza che pone gli accenti sul divario tra i cittadini di Partinico, una realtà inaccettabile per Rao «Voglio essere il Sindaco del Popolo, non delle élite, – conclude il candidato sindaco – un buon amministratore che si impegnerà con azioni concrete a ridurre la distanza tra i suoi concittadini. Partinico è di tutti, non devono esistere dunque partinicesi di Serie A e partinicesi di Serie B.».